Progetto Plin

The Place for
Learning Innovation

Una visione educativa rivolta a pubblici di tutte le età, perché la formazione e il sostegno al talento rappresentino un motore per lo sviluppo.

Progetto Plin

Perché PLIN

I plin rappresentano un elemento identitario della tradizione gastronomica piemontese. Una rivisitazione dei classici ravioli per un piatto elegante e popolare, figlio di quel “pizzicotto” (plin in dialetto) con cui si è soliti racchiudere il ripieno tra un raviolo e l’altro. Una pietanza conosciuta fin dal 1846 che affonda le proprie radici nell’ingegno della civiltà contadina locale, abile a recuperare gli avanzi alimentari e a trasformarli in un prodotto iconico conosciuto ormai in tutta Italia e nel resto del mondo.

Nasce da qui, dunque, la filosofia di PLIN, the Place for Learning Innovation: da un amalgama eterogeneo di laboriosità, visione e talento.

Progetto Plin

Cos'è

PLIN, the Place for Learning Innovation è un centro di competenza orientato allo sviluppo dei XXI Century Skills attraverso iniziative didattiche e formative altamente innovative, interdisciplinari e a forte impatto sociale. PLIN promuove una visione educativa rivolta a pubblici di tutte le età, nella convinzione che la formazione e il sostegno al talento rappresentino un motore per lo sviluppo, che trova la sua miglior dimensione nell’internalizzazione e nel radicamento territoriale.

PLIN è un progetto inclusivo che nasce con una forte matrice territoriale e che intende esaltare un dialogo costante e sinergico rispetto all’ampia platea di attori e stakeholder, al fine di raccogliere bisogni, offrire opportunità e delineare una strategia di lungo periodo con attenzione a uno sviluppo tematico declinato su sostenibilità, creatività e innovazione.

Progetto Plin

Chi siamo

PLIN è promosso e sviluppato da un partenariato di soggetti che integra un ampio ventaglio di competenze e professionalità, reti di relazioni e capacità di networking, attitudini e storie. Tre componenti principali con esperienze e know-how che spaziano da skills di dominio prettamente tecniche a una profonda conoscenza delle dinamiche del territorio, e una visione progettuale capace di allineare innovazione metodologica e tecnologica, elementi fondamentali per la creazione di un hub modello di sperimentazione territoriale dedicato all’innovazione in campo educativo, sociale e culturale.

Wonderful Education s.r.l.

+

Wonderful Education è un’impresa impegnata nello sviluppo, produzione e offerta di esperienze, format e progetti educativi innovativi ad alto valore tecnologico e ad elevato impatto sociale. Creata da Donatella Solda e Damien Lanfrey, co-autori del Piano Nazionale Scuola Digitale e di diverse politiche per l’innovazione del sistema educativo, WE possiede un team multi-disciplinare di oltre 40 persone, un network di oltre 150 esperti, 70 partner nazionali e internazionali, ha sviluppato 10 programmi strategici di R&D Educativo e oltre 200 format didattici originali. Ha creato Future Education Modena, primo EdTech hub in Italia, un modello di Education Sandbox orientato ad R&D, learning design innovativo, formazione e incubazione in ambito Education.


Tautemi Associati s.r.l.

+

Tautemi è una società di ingegneria con sede a Cuneo costituita nel 2007, come evoluzione del precedente Studio Associato Tau&Temi. Attualmente conta quattro soci e una decina tra dipendenti e collaboratori che operano su tre settori principali: la progettazione architettonica, la pianificazione urbanistica e lo sviluppo locale. Quest’ultimo settore dedicato sia alle pubbliche amministrazioni che alle imprese private prevede un supporto nella definizione di piani di investimento, nella creazione di partnership, nella ricerca, reperimento e gestione di finanziamenti pubblici e ha portato la società ad operare su progetti di rilievo nazionale (es. Il Programma della Strategia Nazionale Aree Interne) e sovranazionale (es. Programma di cooperazione transfrontaliero Italia – Francia Alcotra).


Prokalos s.r.l.s.

+

Prokalos è una boutique della consulenza con profonde radici nel Cuneese, che promuove la diffusione della cultura dell’innovazione e supporta la governance di azioni di sistema, coordinando progetti ad elevato contenuto innovativo e svolgendo attività di lobbying e di sistema. Tra i diversi ambiti d’azione della società, la comunicazione, la promozione e l’organizzazione di eventi. Grazie ad un importante e consolidato network di relazioni, Prokalos lavora al fianco dei decisori pubblici e privati per delineare opportunità e nuovi percorsi di sviluppo, in linea con le migliori esperienze nazionali e internazionali, nel segno di un dialogo fitto tra Pubblica Amministrazione centrale e locale, corpi intermedi, imprese e terzo settore.


Learning Innovation

Nella consapevolezza che la formazione e il sostegno al talento rappresentano un autentico motore per lo sviluppo territoriale, PLIN intende fare leva su un approccio fortemente innovativo in grado di integrare ricerca e tecnologia, intrattenimento e formazione esperienziale, crescita di competenze e impatto sociale, enfatizzando allo stesso tempo le peculiarità del tessuto economico e sociale cuneese, tra cui agrifood, green economy, cultura, benessere e turismo outdoor.

Le azioni di learning design, progettazione di format e prototipi didattici innovativi, sono trasversali a tutti i destinatari delle attività previste, e accanto al tema della formazione e dell’innovazione nel campo dell’apprendimento, PLIN ambisce a valorizzare tre traiettorie specifiche e nei dettagli:

agri

Agrifood, cibo, sostenibilità e benessere.
Guardando alla filiera del cibo intesa sia come catena del valore che come cuore gravitazionale di competenze, a cavallo tra scienza e tecnologia degli alimenti e cultura, tra tradizione e innovazione (anche digitale), tra manualità e design.

ambiente

Creatività, turismo, ambiente e outdoor.
Pensando al turismo come a una caleidoscopica esperienza culturale figlia di un forte legame tra le peculiarità ambientali della zona (storia, arte, natura e tradizione) e i contenuti specifici di tipo creativo e digitale.

digitale

Innovazione e trasformazione digitale.
Come fattori abilitanti di ogni settore e intese non solo come competenze informatiche, ma come piena consapevolezza creativa data dalla varietà dei linguaggi offerti dalla tecnologia. Una “Rivoluzione digitale” che coinvolga la società nel suo insieme.

PLIN for All

PLIN intende diventare un punto di incontro e di rigenerazione sociale, fornendo servizi di accompagnamento per studenti e famiglie e supportando le fasce deboli con iniziative specifiche. Tra le attività promosse vi è ad esempio l’organizzazione di laboratori di accompagnamento e supporto allo studio, supporto alla genitorialità, con particolare attenzione per il rapporto tra educazione e tecnologie.

PLIN for Kids

Al fine di sviluppare nelle nuove generazioni le competenze proprie del XXI secolo, PLIN predispone club digitali e workshop laboratoriali per bambini e ragazzi al pomeriggio e/o durante il weekend con incontri singoli o con palinsesti composti da più incontri. Tra le tematiche affrontate, a titolo esemplificativo e non esaustivo: robotica applicata e programmazione, fabbricazione digitale, creatività e digital design, scienza attraverso il cibo e food design, data science, sport e tecnologie, scienze ambientali e naturali applicate.

PLIN for Pro

PLIN intende accelerare le competenze del territorio agendo sia sulla crescita di competenze di individui per qualificare il loro ruolo nel mercato del lavoro e in società, sia sulla capacità delle imprese di affrontare i cambiamenti tecnologici, di prodotto e processo e di organizzazione del lavoro. In tal senso sono previsti percorsi professionalizzanti, orientati a giovani, professionisti o imprese, secondo diversi formati: percorsi brevi (1 giornata),  percorsi di media durata (2-6 giornate, in più appuntamenti), percorsi intensivi, inclusi Master (es. 2-6 mesi full-time o part-time) e infine format coprogettati con le imprese e altri attori).

PLIN for Schools

Nell’intento di potenziare il sistema educativo del territorio riducendo in particolare la dispersione scolastica e la povertà educativa, PLIN propone diversi laboratori caratterizzati da innovatività e interdisciplinarità, per sviluppare le competenze del XXI secolo attraverso ambiti e tecnologie di frontiera.

Tra le traiettorie principali previste:

  • Digital Humanities: Lingua italiana e innovazione digitale, Educazione civica digitale, Arte e tecnologia;
  • Formazione docenti: Game-based learning, Neuroscienze per la didattica efficace, Metodologie didattiche inclusive e Universal Design for Learning;
  • STEM – Scienze: Laboraratori di matematica digitale, Data Science e Machine Learning, Digital Fabrication & Circularity;
  • Ambiente e Sostenibilità: Smart Agriculture, Urban Green Challenge, Scienza con il Cibo.

Diversi i format previsti: dai percorsi brevi (1-3 laboratori residenziali per classi intere accompagnate dai rispettivi docenti) ai percorsi sperimentali di ricerca-formazione con una calendarizzazione che potrebbe comprendere fino a 10 appuntamenti nei quali si sviscereranno progettualità orientate a sfide reali e basate su piattaforme digitali per il lavoro collaborativo. Sono previsti anche percorsi professionalizzanti per docenti, educatori e professionisti della formazione.

Altre attività

In sintonia con il Rondò dei Talenti, PLIN intende rafforzare il ruolo sociale, economico e aggregativo dell’intera struttura, proponendo eventi e momenti di coinvolgimento rivolti al pubblico e trasformandosi parimenti in un hub di ricerca e consulenza capace di valorizzare progettualità e competenze di importanti stakeholder territoriali. Diverse, dunque, le attività collaterali nelle quali opera PLIN e in particolare:

  • Ideazione, organizzazione e gestione di eventi dedicati alla promozione della cultura dell’innovazione nella società, con modalità che vanno dalla convegnistica tradizionale agli “Innovation days”;
  • Azioni di supporto alle relazioni istituzionali attuate attraverso la sottoscrizione di accordi quadro e protocolli di intesa e l’avvio di attività di collaborazione per l’ideazione di proposte e progettualità innovative;
  • Ideazione di percorsi di capacity building e imprenditorialità a impatto sociale da realizzare attraverso diversi formati, orientati allo sviluppo imprenditoriale in ottica di innovazione sociale;
  • Iniziative di scouting, identificazione e progettazione di opportunità di finanziamento conto terzi e costruzione intenzionale di partenariati per la ricerca di finanziamenti che abbiano ricadute sull’intero territorio cuneese.